"...il più grande alpinista al mondo è quello che si diverte di più" Alex Lowe

domenica 29 gennaio 2017

TRISTENBACH_ghiaccio ai piedi del Collalto



Riva di Tures sorge in una bella piana dominata dal versante nord del Collalto (Hochgall), massima elevazione della catena delle vedrette di Ries. Qui i ghiacciai alimentano numerose cascate e torrenti che d'inverno trasformano la Valle in una delle più importanti e belle località ghiacciatorie delle Alpi Orientali.
In questi giorni c'è l'imbarazzo della scelta su dove andare, ed in realtà optiamo per Riva di Tures solo in viaggio lungo il Brennero, in quanto più ad est sembra esserci maggiore garanzia di sole ed è un posto dove ancora non siamo stati. Optiamo per Tristenbach una delle salite più classiche della valle che con difficoltà medie permette una scalata in ambiente fantastico ai piedi del Collalto. Siamo Giampa, Alle ed Edo e nonostante i livelli tecnici molto diversi, alla fine ci divertiremo tutti. Alle 7.30 ci inoltriamo nella gelida (-14°) Bachertal, piccola valle che si dirama da Riva fino a Malga Sage dove si parcheggia. Si segue dapprima il sentiero n. 7 poi una mulattiera fino a quando (20 min) in prossimità di un tornante sulla destra, un cartello indica la cascata. Superiamo con un facile tiro una prima goulotte per portarci sotto al salto principale della cascata che si supera in due tiri con bella uscita tra le rocce scavate dal fiume. Da qui ci si potrebbe calare in doppia (praticamente impossibile se ci sono altre cordate che seguono), oppure uscire sulla destra verso il sentiero. Noi proseguiamo a piedi lungo il torrente e dopo poche decine di metri si entra in un bell'anfiteatro di ghiaccio dove saliamo un bel salto di 20 m su ottimo ghiaccio. Ricalati nell'anfiteatro il corso del torrente si incassa in una profonda gola, ed incuriositi lo risaliamo. Si supera qualche facile ma bellissimo salto di ghiaccio con percorso stile canyoning tra toboga e scivoli naturali scavati dal torrente fino a quando il torrente si apre e diviene più orizzontale. Da qui si esce sulla destra ed in breve si intercetta il sentiero 8 che scende a valle ricollegandosi al tratto percorso la mattina. Completiamo la giornata alla bella falesia di ghiaccio dell'Angerer, proprio dietro alla Malga.
Una bellissima giornata di ghiaccio.

 
il profilo del Moosstock_la prima Cima di Hans Kammerlander!

 
e lo splendido Collalto (Hochgall)

alla base di Tristenbach

 il Giampa "rompe il ghiaccio" sul primo tiro


la prima divertente goulotte

Edo in passeggio

lasciamo la prima sosta

trasferimento sotto il muro del secondo e terzo tiro


 
Il secondo tiro mette finalmente a suo agio Edo


scorci glaciali

Alle parte per il terzo tiro

La bella sezione finale

il Giampa in uscita dal terzo tiro

terza sosta in pozza


poco dopo si entra in un bell'anfiteatro di ghiaccio con l'ultimo ripido salto

inizia la sezione di canyoning



Alle ed Edo risalgono un Toboga



flusso congelato


si sale tra le gole scavate dal torrente




facili belli e divertenti!

la falesia di ghiaccio dell'Angerer


Nessun commento:

Posta un commento