"...il più grande alpinista al mondo è quello che si diverte di più" Alex Lowe

domenica 8 febbraio 2015

Passo Stretto: traversata invernale con vista... Sassuolo!




Una nevicata eccezionale come questa, con le città imbiancate e un sacco di rotta da fare, mette certo di buon umore. Se poi é seguita da una domenica di sole, é chiaro che possono venire in mente strane idee! Un manto nevoso fradicio come questo dovrebbe ghiacciare per bene alla prima nottata serena qua in pianura: é l'occasione per andare a dare un'occhiata al Passo Stretto!!
Si tratta di una crestina tra i calanchi appena sopra Sassuolo, in una zona interessante e assai selvatica a 200 m dall'ospedale. Dove non affiora l'argilla ci sono fitte macchie boschive o campi coltivati, un terreno frequentato certamente più da animali che da cristiani.

Alla partenza trovo una quarantina di cm di neve rigelata, ma non abbastanza trasformata da risultare portante e avanzo sfondando ad ogni passo con fatica immane. In breve arrivo alla croce dove inizia la cresta tra i calanchi; il terreno sarà ripido ma la neve tiene bene ed é continua su tutta la cresta: fuori casco, ramponi e piccozze!!
La cresta a tratti é davvero molto esposta, la neve crostosa fornisce una buona presa, alcuni affilati saliscendi di argilla (il Passo Stretto) lasciano presto il posto ad una macchia fittissima e impenetrabile di rosa canina, biancospino e robinia. Ma bisogna per forza entrarci e trovare un passaggio, sfondando nella neve che nasconde voragini tra i rovi. In alcuni punti gli alberi aggrappati chissà come all'esilissima cresta obbligano ad esposti passaggi tra i rami.

Sarebbe bello continuare la cresta, che poi si fa di nuovo affilata ed argillosa, ma è troppo scoperta, a tratti ripida e il sole scalda ormai inesorabilmente. Ripiego quindi in discesa per una crestina secondaria ben innevata che mi porta sul fondo della valle, di nuovo tra la fitta vegetazione.
Si sfonda penosamente e decido di risalire al Passo Stretto e ritornare per la via fatta all'andata.


Una gran bella mattinata a due passi da casa, un'occasione eccezionale, davvero da prendere al volo!









l'esile cresta di argilla innevata

il bosco fittissimo!!

un altro tratto particolarmente esposto



la cresta percorsa in discesa...

...inizia bella ripida, ma con un albero provvidenziale.

peccato non poter continuare là sopra, ma si squaglia tutto!






3 commenti:

  1. Rispetto e ammirazione. La nuova frontiera sta arrivando. Benvenuti nel nuovo millennio!

    RispondiElimina
  2. Qualche volta ci vado a correre e mantiene sempre la sua magia. https://www.youtube.com/watch?v=K9d2Cd-UmF4

    RispondiElimina