"...il più grande alpinista al mondo è quello che si diverte di più" Alex Lowe

lunedì 1 novembre 2010

Diedro dei Bolognesi

Solita puntata del mercoledì alla pietra, in una gelida mattinata di sole che già profuma d’inverno.

Dopo un tentativo respinto in partenza sull’umidissima e instabile parete sud, l’ormai consolidata cordata si sposta nel soleggiato anfiteatro.

Qui disegniamo una linea a zig-zag derivata da disorientate digressioni sulla destra della facile parte bassa della Pincelli-Brianti. Procedendo in aderenza tra le piccole prese svasate tipiche di alcune zone appoggiate dell’anfiteatro, guadagniamo con fatica la comoda cengia dei Bolognesi. La stanchezza dell'arrapicata finora è pari a quella del recupero della corda, tanto è frenata dal contorto percorso.

Attacchiamo infine l’omonimo diedro, uno splendido tiro di notevole eleganza, sicuramente uno dei più belli di Bismantova, con bei movimenti su roccia ottima e una difficoltà massima di V.


La prima sosta della Pincelli-Brianti


Seconda sosta: vista sul tortuoso itinerario percorso


Terza sosta sulla cengia dei Bolognesi, poco a sinistra dell’attacco del diedro


Scorcio dell’ultimo tiro sporgendosi dal pianoro sommitale

Nessun commento:

Posta un commento